beppesalvia.it
               

- Audiovisivo Testamento (l'arte di morire all'Aurelio) per il 25° anniversario della morte di Beppe Salvia e per il 16° della morte di Moana Pozzi, diretto e interpretato da M. Biuzzi.

- Playlist di tutti gli episodi

- Episodio I

- Episodio II

- Episodio III

- Episodio IV

- Episodio V

- Episodio VI

- Episodio VII

- Episodio VIII

- Episodio IX

- Episodio X

- Episodio XI

- Episodio XII

- Episodio XIII

- Episodio XIV

- Episodio XV

- Episodio XVI


- Trailer dell'audiovisivo Testamento.


- Braci di Beppe Salvia, a cura di Mauro Biuzzi, Ed. La Carmelina, 2015

 Acquista on-line



 scheda dell'eBook
 intervista di M. Biuzzi sull'eBook
 intervista di M. Biuzzi su B. Salvia





- Pdf contenente il testo della tesi di laurea di Giovanna Buco su Beppe Salvia in Storia della Comunicazione presso l'Università della Tuscia, tesi di cui M. Biuzzi è stato correlatore esterno con l'audiovisivo Testamento (l'arte di morire all'Aurelio).

-


- eBook della tesi di laurea di G. Buco









Locandina dell'audiovisivo Testamento (l'arte di morire all'Aurelio).



Versione della locandina per il Premio Terna 03, dal titolo "Peep-show Little Italy" e seguente descrizione in concorso:
   Operetta per la celebrazione del centocinquantesimo anno di spreco dell’impegno e dell’energia spesi prima del 1861 per raggiungere l’orgasmo collettivo che avrebbe dovuto partorire, con l’Unità d’Italia, la nascita di un nuovo soggetto politico repubblicano a lungo desiderato, sano, bello, felice, coraggioso, originale, logico, integro e sovrano.






- L'audiovisivo Testamento (l'arte di morire all'Aurelio) nel canale Beppe Salvia.it in YouTube.


  

- Pagina dedicata in Facebook all'audiovisivo Testamento (l'arte di morire all'Aurelio).

  

- Pagina dedicata in Facebook al libro"Cuore (cieli celesti)", la prima raccolta postuma delle poesie di Beppe Salvia, ed. Rotundo, novembre 1987, pagg. 135.

  

 
  
   Testamento: episodio 16/16.
   Ultimo episodio di “Testamento (l’arte di morire all’Aurelio)”, che contiene la firma autografa del testamento che fin qui si è svolto. (12:02)




   

  
   Testamento: episodio 15/16.
   Biuzzi, salutati i fratelli Buco e lasciata la sua casa romana, passa a Ostia-Fiumicino e raggiunge la sua nuova casa, la Casa Chiusa, dove mette in scena l’epilogo del suo Testamento. (9:51)




   

  
   Testamento: episodio 14/16.
   I fratelli Buco compiono la loro ricerca e, trovata una copia scritta del Testamento, la chiedono a Biuzzi, che li aspetta nella terrazza della casa per dargli un ultimo saluto davanti al panorama romano. (13:18)




   

  
   Testamento: episodio 13/16.
   Biuzzi e i fratelli Buco tornano alla casa di Biuzzi, punto di partenza del loro tour. Qui i fratelli Buco fanno un’ispezione silenziosa della casa, alla ricerca di un Testamento scritto che chiarisca meglio le relazioni tra Biuzzi, Beppe Salvia, Moana Pozzi, gli anni ottanta e quanto visto nell’itinerario romano. (10:23)




   

  
   Testamento: episodio 12/16.
   Biuzzi e i fratelli Buco, dopo aver assistito alla recita delle Muse nel Teatro del Fauno di Villa Pamphili, raggiungono il vicino Belvedere Garibaldi al Gianicolo, la loro ultima meta romana. (9:39)




   

  
   Testamento: episodio 11/16.
   Biuzzi e i fratelli Buco entrano nel parco di Villa Pamphili, alla ricerca del suo giardino segreto e degli oracoli ivi nascosti per due secoli, dal periodo barocco fino alle battaglie risorgimentali. (8:47)




   

  
   Testamento: episodio 10/16.
   Biuzzi e i fratelli Buco tornano verso l’Aurelio riattraversando il Tevere alla Riva Ostiense, per poi raggiungere l’Orto Botanico di Villa Doria-Pamphili. (8:47)




   

  
   Testamento: episodio 9/16.
   Biuzzi e i fratelli Buco fanno l’ultima tappa in un luogo storico romano: piazza dei Cavalieri di Malta al quartiere Esquilino. (10:20)




   

  
   Testamento: episodio 8/16.
   Biuzzi e i fratelli Buco raggiungono il quartiere Ostiense, dove visitano la stazione per Ostia Lido ed alcune tombe al Cimitero Acattolico, tra le quali quella di John Keats. (9:16)




   

  
   Testamento: episodio 7/16.
   Biuzzi e i fratelli Buco fanno una sosta al quartiere Nuovo Corviale. (8:39)




   

   Testamento: episodio 6/16.
   Biuzzi e i fratelli Buco raggiungono le case popolari di Primavalle che furono teatro della strage a sfondo politico della famiglia Mattei negli anni ’70, per poi raggiungere l’ultima casa di Beppe Salvia a Bravetta e dirigersi verso il quartiere più emblematico dello sviluppo più recente della periferia romana: il Corviale. (10:49)




   

  
   Testamento: episodio 5/16.
   Biuzzi e i fratelli Buco raggiungono da Boccea la zona fondativa della borgata Primavalle nel periodo fascista, spingendosi fino alle case popolari dove, nel primo dopoguerra, si svolsero i fatti dell’omicidio con stupro della piccola Antonella Bracci, i quali dettero lo spunto per l’ambientazione dei primi film del neorealismo cinematografico italiano in un quartiere popolare romano. (9:01)




   

  
   Testamento: episodio 4/16.
   Biuzzi e i fratelli Buco, seguendo la via Aurelia antica dal centro verso Boccea, raggiungono piazza Irnerio, centro di spaccio negli anni ’70 e ‘80. (6:07)




   

   Testamento: episodio 3/16.
   Biuzzi e i fratelli Buco proseguono il loro itinerario musivo romano nei quartieri Aurelio e Boccea, passando per la prima casa romana di Beppe Salvia. (8:31)




   

   Testamento: episodio 2/16.
   Inizio del lungo itinerario musivo di Mauro Biuzzi e dei fratelli Giovanna e Francesco Buco dal quartiere Aurelio al rione Ponte. (10:29)




   

   Testamento: episodio 1/16.
   Titoli di testa e incipit tematico sul Grande Raccordo Anulare di Roma. (4:08)




   

   Trailer dell'audiovisivo Testamento (l'arte di morire all'Aurelio).
    Celebrazione congiunta del 25° anniversario della morte del poeta Beppe Salvia e del 16° della morte della pornostar Moana Pozzi, l’audiovisivo in sedici puntate (della durata totale di due ore e mezza) è un nuovo impegnativo omaggio a loro, all'epoca e alla città sulla cui scena apparvero brevemente ma intensamente come pochi altri, quali autentici giovani caduti nel secolo breve. (4:41)




   
 
 

   © 2005-2014 Mauro Biuzzi